VINCERE FACILE…SI PUO’!

Articolo scritto da ed è stato letto 9795 Volte

Quanto tempo impieghiamo per acquisire clienti? Eppure pochissime aziende spendono la stessa energia per coltivare le relazioni già in essere. Questo è un peccato, dal momento che un cliente acquisito è molto più redditizio di uno nuovo.

Come gestori di attività imprenditoriali, spesso cerchiamo di rendere il successo troppo complicato, concentrandoci su piccoli componenti come i sistemi CRM e le campagne di marketing ignorando a volte l’unica cosa che conta veramente

I CLIENTI

La chiave per avere successo nel proprio lavoro sono proprio i clienti… saperli conquistare e poi mantenerli

è la vera sfida.

Ecco allora alcune tecniche che potrebbero fare al caso vostro…qualora dovesse capitarvi di dover gestire una negoziazione nella vita o al lavoro!

Sopravvivere al cliente

Credo sia capitato a tutti di dover affrontare una trattativa. Con i nostri piccoli pargoli – diciamo piccoli perché da grandi è tutta un’altra storia!! – è facile vincere, basta distrarli un attimo ed ecco che il focus della loro attenzione si perde e già si trovano alle prese con qualcos’altro.

Ma che dire poi di quando dobbiamo o abbiamo dovuto trattare con i nostri genitori, con gli amici, con i colleghi o con il proprio partner?

Si può trovare un compromesso ma a che prezzo?

Diciamo che esistono delle alternative legittime all’accordo, oltre che delle ottime tattiche di condizionamento per condurre l’avversario nella direzione giusta.

  1. Essere preparati sull’argomento: niente è più spiacevole che non conoscere il tema dello “scontro” e non sapere, di conseguenza, come rispondere a tono per far valere la nostra proposta. Preparatevi a ogni possibile obiezione!
  2. Avere sempre un piano B: in caso di difficoltà tenetevi sempre da parte una buona alternativa che possa essere presentabile.

Tipo: state scegliendo la meta della prossima vacanza: uno è orientato per il mare, l’altro per la montagna. Invece che tirare l’altro verso la vostra scelta ideale, provate invece a proporre un’altra cosa, che non c’entra nulla come il lago, una crociera ecc.

3. Rendere il rapporto con l’altro più disteso: cercate di creare una sintonia con l’altra persona e non partire a mille esponendo la vostra scelta.

4. Ascoltare e nel caso, fare domande: il BLA BLA BLA sostenuto da tutte le giustificazioni del mondo non serve a vincere. Ascoltate attentamente quello che propone l’avversario e fate delle domande.
Come dice il proverbio:

“Parla poco e ascolta assai, e giammai non fallirai”

5. Non campare dell’idea che si è sicuri al 100%: l’eccessiva sicurezza in sé, di essere assolutamente certi di essere nel giusto è un tipico errore che va evitato. Al contrario cerca di ridurre il livello di conflittualità e attiva l’altra parte a cercare delle soluzioni alla questione.

Uscite dai soliti schemi e siate creativi!