Next appennino: fondo complementare aree sisma

Indice dei contenuti

Disponibile il Fondo Next appennino per progetti finalizzati agli investimenti di micro, piccole e medie imprese che hanno subito dei danni a seguito degli eventi sismici nel 2009 e 2016. I dettagli su come accedervi.

Fondo next appennino
Come accedere al fondo complementare aree sisma Next appennino

NextAppennino è un progetto elaborato per le aree dell’Appennino Centrale interessate dai terremoti del 2009 e del 2016 (183 Comuni di Abruzzo, Lazio, Marche, Umbria) finanziato dal Fondo Complementare al PNRR. Lo scopo è quello di accompagnare la ricostruzione fisica dei territori danneggiati dai terremoti con risorse dedicate, per offrire nuove opportunità di sviluppo nel segno della transizione ecologica e digitale e della prevenzione dei rischi, valorizzando l’ambiente e i beni culturali.

Prima di entrare nel dettaglio potreste trovare utile il bando Sport e Periferie in scadenza a ottobre 2022.

Next appennino: ambiti di intervento

I bandi previsti dal programma sono 11 e riguardano molteplici tipologie di investimenti delle micro, piccole, medie e grandi imprese, con particolare attenzione a quelle aventi sede operativa nel cratere e danneggiate dal sisma, in diversi settori di attività:

✅Investimenti di grande dimensione

✅Investimenti di medie dimensioni

✅Avvio, crescita e rientro di microimprese

✅Investimenti innovativi delle PMI

✅Avvio, crescita e rientro delle PMI

✅Sostegno a cultura, turismo, sport

✅Partenariato speciale per la valorizzazione del patrimonio pubblico

✅Inclusione sociale, cooperazione e terzo settore

Sostegno alla costituzione di associazioni agrosilvopastorali

✅Economia circolare e filiere agroalimentari

Ciclo delle macerie

Avvio, crescita e rientro di microimprese:

La sezione in esame prevede un incentivo per l’avvio di iniziative micro-imprenditoriali e per lo sviluppo di micro e piccole imprese già esistenti nei comuni rientranti nei territori del cratere sismico 2009 e 2016.

Possono beneficiare del contributo anche i liberi professionisti.

Il progetto elaborato deve prevedere un investimento minimo di 40mila €.

L’agevolazione offre agli investitori un contributo in conto impianti pari all’ 80% del programma di investimento per le imprese da costituire e pari al 50% del programma di investimento per le domande delle imprese già avviate.

Nel progetto sono ammissibili interventi come:

  • Opere murarie e assimilate (entro il limite del 50% del totale del programma di spesa)
  • Macchinari, impianti, attrezzature e strumenti nuovi di fabbrica
  • Programmi informatici e servizi per le nuove tecnologie: acquisto licenze d’uso SW, progettazione e/o sviluppo di software applicativi, di piattaforme digitali, di App
  • Brevetti, licenze ed altre immobilizzazioni immateriali (entro il 40% del totale del programma di spesa)
  • Consulenze specialistiche e spese di costituzione (nel limite del 20% della spesa ammissibile)
  • Altre spese immateriali (entro il limite del 5% del totale del programma di spesa)

La data di inizio di presentazione delle domande è il

15 SETTEMBRE 2022.

È prevista una valutazione a sportello per le imprese che hanno subito danni dal sisma, mentre si procede con valutazione a graduatoria per le altre imprese.

Investimenti innovativi delle PMI:

Incentivo per micro, piccole e medie imprese che alla data della presentazione dell’istanza risultino regolarmente iscritte e attive nel Registro delle imprese e abbiano almeno una sede operativa nei comuni dei crateri 2009 e 2016.

Finanzia, per importi compresi tra 250mila e 2,5 mln di euro, programmi innovativi di sviluppo aziendale, servizi di consulenza specialistica, offrendo sostegno ai progetti di innovazione di processo, di prodotto o dell’organizzazione nel sistema aziendale.

Gli interventi finanziabili sono:

  • Spese del personale
  • Immobilizzazioni materiali quali strumentazione a attrezzature nella misura e per il periodo in cui sono utilizzati per il progetto
  • Immobilizzazioni immateriali quali brevetti acquisiti o ottenuti in licenza da fonti esterne alle normali condizioni di mercato
  • Costi di ricerca contrattuale
  • Servizi di consulenza e di sostegno all’innovazione
  • Spese generali supplementari e altri costi di esercizio, compresi i costi dei materiali, delle forniture e di prodotti analoghi, direttamente imputabili al progetto.

La data di inizio di presentazione delle domande è il

15 SETTEMBRE 2022.

È prevista una valutazione a sportello per le imprese che hanno subito danni dal sisma, mentre si procede con valutazione a graduatoria per le altre imprese.

Sostegno a cultura, turismo, sport:

È previsto altresì un incentivo per PMI, incluse le reti di impresa, imprese sociali, società e associazioni sportive dilettantistiche, Enti religiosi Civilmente Riconosciuti, operanti nelle aree dei crateri 2009 e 2016, nei settori creativo, culturale, turistico e sportivo, che intendono consolidare o sviluppare nuove imprese rientranti nel settore culturale, creativo, turistico e sportivo, e nel terzo settore.

L’importo minimo del progetto è di 200.000 e di massimo euro 800.000 euro per le nuove imprese; per il consolidamento l’importo minimo del progetto è di 300.000 euro e di massimo 1.500.000 euro.

Interventi:

  • Opere murarie e assimilate (fino al 60% dell’investimento ammesso)
  • Acquisto terreni (fino al 10% dell’investimento ammesso) e Immobili (fino al 50% dell’investimento ammesso)
  • Immobilizzazioni materiali e immateriali ammortizzabili
  • Programmi informatici, servizi per le tecnologie dell’informazione e della comunicazione, big data ed altri contenuti digitali
  • Brevetti, licenze e marchi
  • Consulenze tecniche connesse alla realizzazione dell’investimento (fino al 10% dell’investimento ammesso)
  • Spese avviamento, spese tecniche e consulenze specialistiche, tutor, circolante, formazione (in regime de minimis)

L’agevolazione prevede un contributo a fondo perduto in misura variabile a seconda dell’impresa.

La data di inizio di presentazione delle domande è il

15 SETTEMBRE 2022.

È prevista una valutazione a sportello per le imprese che hanno subito danni dal sisma, mentre si procede con valutazione a graduatoria per le altre imprese.

Qualora siate interessati a richiedere l’esecuzione di tale pratica, formuleremo un preventivo per il relativo costo.

Per richiedere l’avvio della pratica o per ulteriori informazioni circa l’eventuale sussistenza dei requisiti della vs azienda, non esitate a inviarci una e-mail al seguente indirizzo:

segreteria@studiopietrella.it

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn

Orari Studio

Lunedì – Venerdì 9,00 /19:30

Per Appuntamenti

Ultimi Post

Condividi

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn

Autore dell'articolo