LA TUA CHECKLIST PER UN MARKETING OTTIMALE

Articolo scritto da ed è stato letto 9582 Volte

Di piani di comunicazione ne esistono di tutte le forme e colori. Uno dei più elementari consiste in una rapida checklist che vi consentirà di identificare i passaggi necessari da seguire per una campagna di marketing di base.

Un programma di comunicazione può differenziarsi per complessità, budget e requisiti a causa delle diverse strategie e tattiche di marketing che devono essere adottate.

Per questo un elenco degli ingredienti basilari necessari alla pianificazione di un’azione di marketing è quello che serve!

Gli elementi che fanno del vostro piano di marketing una vera scheggia.

L’elemento basilare che non può assolutamente mancare nella vostra lista è la tattica.

Dire

“adesso vado, prendo il telefono e chiamo”

non funziona se in prima battuta non c’è una coerenza con quello che si intende fare. Occorre direzionare attentamente la propria ricerca a caccia del compratore perfetto.

Pensate a queste domande:

Chi usa il prodotto/servizio?
In quale target si inseriscono?
Perché vogliono questo prodotto/servizio?

Riconoscendo la prospettiva e la visione specifica di quell’unico compratore, diventa più facile progettare e sviluppare scenari che porteranno i risultati dalla semplice ricerca all’acquisto.

Altro aspetto che non può certamente mancare è la definizione del vostro brand.

Lo sviluppo di un marchio aziendale è più della semplice creazione del logo e del font. Esso rappresenta la definizione di come un’azienda si avvicina al mondo.
Il brand definisce la missione ed esprime il modo in cui arriva alla propria nicchia di mercato meglio della concorrenza.

Rappresenta il “come” e il “perché” di ciò che un’azienda offre ai propri clienti.

Meno conosciuta forse dai meno esperti del settore è la ricerca delle parole chiave e il posizionamento.

Una volta definiti i potenziali compratori e il brand, si può sviluppare un elenco di keywords usati dai motori di ricerca.
Basta la giusta combinazione di parole chiave ad aumentare la visibilità della vostra pagina e il posizionamento nei motori di ricerca.

Il trucco per trovarle è capire quante altre aziende usano quelle stesse parole. Più aziende utilizzano “vendita di lenzuola Roma” come parole chiave nella loro campagna di marketing, minore sarà il tasso di risposta per tutti coloro che utilizzano le stesse parole chiave.

Allineate dunque ciò che il vostro potenziale utente vuole con parole chiave che rafforzano e richiamano l’identità del vostro marchio.

Come anticipato nell’articolo precedente, non può mancare il sito web aziendale.
Il primo passo nel lancio di una strategia di marketing digitale, per una qualsiasi azienda, dovrebbe essere un sito dall’aspetto professionale.

Ci sono molte opzioni per l’hosting e la costruzione, a seconda del budget e del talento all’interno dell’impresa. Per le piccole e medie imprese, spesso il modo migliore per creare un ottimo sito è utilizzare sistemi di gestione dei contenuti, come WordPress.

Da qui si consiglia l’installazione dei plug-in per analizzare il traffico del sito (chi entra, chi clicca cosa, il tempo di permanenza nel sito ecc.).
Google Analytics è senz’altro un potente strumento (oltretutto gratuito), che potreste utilizzare a questo scopo.

Ad oggi, accanto al sito aziendale è divenuta cruciale la propria presenza nei canali social.

La creazione di un flusso di informazioni efficace ed efficiente richiede la creazione di più strade.
Pensate a ogni social media come fossero delle fermate dell’autobus, con il sito aziendale al centro. Utilizzando le strategie di ricerca, branding e social media, è il momento di creare le altre tappe lungo la linea.

La pubblicità sulle piattaforme social ha spesso un costo ragionevole, considerando il numero di persone a cui vengono presentate tali inserzioni. Anche un piccolo investimento può aumentare la visibilità del marchio e tassi di risposta dei potenziali clienti con un margine incredibile.

Sfruttare il lavoro svolto da altri per costruire il proprio sito e raccogliere clienti significa lavorare in modo più intelligente, non più difficile.

E infine…

Non dimenticatevi del marketing mix!

Si tratta in sostanza dell’insieme degli strumenti necessari alla pianificazione del marketing di un’impresa per raggiungere i propri obiettivi.

Le leve decisionali anche dette variabili controllabili che compongono il marketing mix sono 4, anche note come 4P:

  • Prodotto;
  • Prezzo;
  • Punto vendita;
  • Promozione.

Tutti questi elementi ci aiutano a definire le attività aziendali per arrivare al posizionamento che si intende toccare, sia in termini di risorse che di costi.

Ricordate sempre questi principi quando aprite un’attività o semplicemente volete ridarle un tocco di vita in più!

Tenete a mente però anche un’altra cosa…delle informazioni che il mercato può fornirvi e cioè delle sensazioni e delle convinzioni personali.

Gli interlocutori con cui ci interfacciamo sono sempre delle persone, non entità astratte.