ENEL condannata: ecco come richiedere il rimborso

Indice dei contenuti

E’ ora possibile richiedere il rimborso su accise e imposte all’Enel. Il modulo per la richiesta del rimborso.

Enel condannata al risarcimento
Il modulo per richiedere il rimborso all’Enel

Il Giudice di Pace di Venezia, su ricorso proposto da un utente ha condannato l’Enel al rimborso delle somme indebitamente riscosse dall’ente a titolo di IVA su accise ed altre imposte. 

La problematica è nata dalla richiesta di un cittadino sull’illegittimità dell’applicazione da parte dell’Ente Nazionale per l’Energia Elettrica del calcolo dell’IVA sulle accise e sugli addizionali.

Anche la Corte di Cassazione si è espressa con la sentenza n.3671/97 chiarendo che

un’imposta non costituisce mai base imponibile per un’altra.

L’applicazione della doppia imposta rappresenta dunque un atto illegittimo.

Ecco che l’Ente si è ritrovata a far fronte a diversi milioni di utenti che potrebbero fare la stessa cosa e richiedere un giusto rimborso.

Per conoscere invece gli indennizzi erogati ai risparmiatori danneggiati dal crac Banca Marche cliccate qui.

Il modulo per ricevere il rimborso Enel

In allegato un facsimile da compilare e inviare per la richiesta di rimborso.

Qualora non si riceverà un riscontro entro i successivi 30 giorni, è possibile rivolgersi a una delle associazioni consumatori che potrà fornire dei consigli su come muoversi.

 RICHIESTA DI RIMBORSO (WORD)

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn

Orari Studio

Lunedì – Venerdì 9,00 /19:30

Per Appuntamenti

Ultimi Post

Condividi

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn

Autore dell'articolo