Detrazione spese veterinarie: un pet…è per sempre!

Indice dei contenuti

Anche le spese relative alle prestazioni veterinarie possono essere portate in detrazione in dichiarazione dei redditi. Ecco i requisiti su come vanno presentate le spese veterinarie.

Come presentare le spese veterinarie?
Come presentare le spese veterinarie?

Siamo un po’ in ritardo è vero eppure è importante che sappiate che in dichiarazione dei redditi potete portare in detrazione non solo le vostre spese sanitarie e quelle dei soggetti a vostro carico ma anche un’altra voce.

Nel caso non l’aveste ancora fatto ecco le regole da rispettare per la detrazione delle spese veterinarie.

Spese veterinarie: chi trova un amico, trova un tesoro

Avete un animaletto in casa o lo state per regalare ai vostri figli proprio per le feste natalizie?

Per i vostri amatissimi animali domestici, non solo cani e gatti è possibile tenere da parte le spese veterinarie per presentarle in sede di dichiarazione dei redditi e ricevere un rimborso.

Come per le spese sanitarie personali anche per i nostri piccoli amici è possibile portare in detrazione le spese relative alle visite specialistiche dal veterinario, agli interventi a cui debbono sottoporsi, alle analisi di laboratorio o all’acquisto di farmaci.

Quali importi?

In base alla Legge di Bilancio 2021 gli oneri per i quali spetta la detrazione del 19% per il periodo d’imposta 2021 (dunque da presentare il prossimo anno) riguardano esclusivamente importi che superano il costo di € 129,11 e per un massimo di € 550,00.

Vediamo se nella prossima Legge di Bilancio usciranno ulteriori aggiornamenti.

BISOGNA SEMPRE STARE ATTENTI PERO’ ALLA SOGLIA MINIMA

che per essere puntigliosi sarebbe a partire da € 129,11, al di sotto del quale la detrazione non partirebbe!

Un altro importantissimo monito per tutte le spese mediche effettuate quest’anno e presentate il prossimo, è obbligatorio eseguire il pagamento tracciato per disporre della detrazione del 19%.

Ambiti di applicazione

Quest’ultima e sacrosanta regola concernerebbe:

  • Acquisto di medicine specificatamente prescritte dal veterinario
  • Visite mediche effettuate dal veterinario
  • Interventi chirurgici e analisi di laboratorio effettuate in cliniche veterinarie.

E INFINE DA NON DIMENTICARE ASSOLUTAMENTE!!

La detrazione è valida per il proprietario dell’animale ma anche per il soggetto che ne sostiene la spesa che presenta lo scontrino con il codice fiscale insieme alla natura, qualità e quantità dei medicinali acquistati.

Resta il fatto che questa spetta per le spese sostenute per la cura di animali legalmente detenuti a scopo di compagnia o per la pratica sportiva.

🚫NON spetta invece per la cura degli animali:

  • destinati all’allevamento, alla riproduzione o al consumo alimentare;
  • qualunque specie allevata o detenuta nell’esercizio di attività commerciali o agricole;
  • utilizzati per attività illecite.
Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn

Orari Studio

Lunedì – Venerdì 9,00 /19:30

Per Appuntamenti

Ultimi Post

Condividi

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn

Autore dell'articolo