Business partner: le regole per scegliere quello perfetto

Indice dei contenuti

Scegliere chi sarà il nostro socio in affari può essere una decisione cruciale, dove forse la logica assume un ruolo secondario. Alcuni consigli su come scegliere il business partner perfetto per la vostra attività.

Come scegliere il business partner perfetto
Come scegliere il socio perfetto

Agli albori della vostra carriera imprenditoriale occorre essere attenti su ogni fronte, specialmente nella scelta della persona che vi aiuterà a gestire tutta la baracca. Che sia una start-up, una joint venture o un’attività già avviata, avere un business partner al proprio fianco può assumere un duplice volto:

un’ottima risorsa portando nuove competenze e prospettive in azienda

oppure

un incredibile peso, rendendo qualsiasi presa di decisione ardua.

Nelle prossime righe vi daremo alcuni consigli su come scegliere il partner perfetto per la vostra attività, o meglio, alcuni suggerimenti su come sceglierlo accuratamente.

Un altro articolo che potrete trovare interessante riguarda i clienti e come renderli dei fan di quello che fate. Lo trovate qui.

Cosa ricercare in un business partner?

Nel fallimento di un’impresa, gioca un ruolo importante anche la scelta del proprio socio in affari. E dopo qualche anno di esperienza, ci sentiamo di dare qualche piccolo aiutino ai fondatori che cercano una spalla.

Avere caratteristiche complementari

L’unica maniera per evitare che ci si mettano i bastoni tra le ruote a vicenda è avere degli incarichi distinti e ben definiti. Condurre entrambi la stessa mansione potrebbe essere altamente distruttivo

dunque da evitare!

Quello di cui avete bisogno è un socio con differenti competenze ma che sappia al contempo colmare le vostre debolezze.

Una persona con cui parlare facilmente

Un altro elemento caratterizzante è la capacità di discutere del partner che sceglierete, di tutto ciò che riguarda il vostro business.

Se la persona che scegliete non vi piace già dall’inizio, la cosa non può che peggiorare e quando affronterete problemi aziendali gravi, la situazione potrebbe diventare incandescente.

Questo non significa che dovete trovare qualcuno che sia d’accordo con tutto ciò che dite, ma deve farvi sentire sicuri che sarete in grado di:

  • discutere di eventuali differenze che avete con quella persona,
  • trovare insieme una soluzione alle problematiche e
  • uscirne stringendo la mano e andando avanti.

Infine fate attenzione agli atteggiamenti ostili …possono influire negativamente sui risultati aziendali e sulla vostra soddisfazione personale.

Conoscenza ed entusiasmo negli obiettivi aziendali

Assumereste mai un meccanico per dirigere una banca?

È estremamente importante che il vostro partner commerciale comprenda la dinamica del settore in cui è coinvolta la vostra azienda.

Ciò non significa necessariamente che debbano avere una profonda conoscenza del business fin dall’inizio, ma devono sapere che la loro area di competenza possa avere un effetto positivo sulla vostra attività.

Un socio che ha obiettivi differenti dai vostri

(per esempio la massimizzazione dei profitti contro la garanzia di un servizio clienti efficiente),

probabilmente rappresenta un punto a sfavore che potrebbe indebolirvi e lasciare l’attività da lì a poco tempo.

Quello di cui avete bisogno è di una persona che possa mettersi nei vostri panni quando vi dovrete confrontare con una crisi o avete bisogno di una pausa dal lavoro.

Affidabilità

Un buon socio in affari deve essere qualcuno di cui vi potete fidare. Ognuno ha le proprie peculiarità e modi di gestire lo stress, il successo e il fallimento, ma

se potete fidarvi ciecamente del vostro socio, avrete maggiori possibilità di successo in due.

Inoltre, quando scoprirete che il vostro partner può e svolgerà i suoi ruoli all’interno della partnership, sarete in grado di concentrarvi meglio su voi stessi.

Se non avete fiducia nella capacità del vostro partner di fare ciò di cui avete bisogno, non riuscirete ad essere produttivi come potreste essere.

La gatta frettolosa…

Un altro fondamentale suggerimento che potreste trovare utile è

non essere affrettati.

Quando scegliamo un business partner, soprattutto se non lo si conosce, non dobbiamo farci prendere dalle prime impressioni e scegliere immediatamente.

Occorre del tempo per valutare

chi ci troviamo di fronte. Potrebbe trattarsi di una persona che sa vendersi bene, nulla di più. Come pure il contrario.

Prima di assegnare un ruolo così importante a una persona, è bene che questa dimostri nel tempo di portare un certo valore in azienda, che sia pari al vostro.

6 mesi potrebbe essere considerato il tempo minimo per capire chi ci troviamo di fronte.

Se non siete allo stesso livello, vuol dire che non avete trovato un socio, bensì un dipendente.

Voi avete in mano il potere di scegliere, anche di rimanere gli unici amministratori di azienda se avere un partner significherebbe mettere a repentaglio l’attività che avete costruito con le vostre forze.

Nel dubbio…meglio soli che male accompagnati

Come anticipato nel paragrafo precedente, non occorre necessariamente trovare un socio che vi aiuti a dirigere la vostra azienda.

Siete perfettamente in grado di farlo anche da soli, se non trovate nessuno con questi criteri.

Abbiate fiducia in voi stessi e continuate così finché il business partner perfetto non bussi alla vostra porta!

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn

Orari Studio

Lunedì – Venerdì 9,00 /19:30

Per Appuntamenti

Ultimi Post

Condividi

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn

Autore dell'articolo