Bonus una tantum

Indice dei contenuti

Arriva il bonus una tantum, un ulteriore intervento a sostegno dei redditi medio-bassi, inclusi quelli relativi ai lavoratori autonomi.

Ottenere il bonus una tantum
Come ottenere il bonus una tantum

Per i lavoratori e i pensionati che che si trovino in situazioni di grande difficoltà, è prevista l’erogazione di un bonus una tantum per un importo pari a €200.

È questa la decisione a cui il premier Draghi è arrivato e che ha inserito all’interno del decreto Aiuti recentemente approvato.

Una misura volta a sostenere famiglie con redditi bassi per contrastare l’aumento dell’inflazione e il caro-vita.

Vediamo meglio cosa bisogna fare e chi ne può usufruire.

Bonus una tantum: come e chi sarà finanziato?

Il contributo verrà finanziato senza necessità di ricorrere a scostamenti di bilancio ma con un aumento della tassa sugli extraprofitti delle aziende energetiche introdotta con i provvedimenti precedenti.

Come anticipato si tratta di un credito una tantum erogato per un importo pari a €200 destinato a lavoratori dipendenti e pensionari con reddito lordo annuo fino a €35.000.

Bonus una tantum: tempistiche

I soggetti che beneficiano del credito hanno la facoltà di cederlo, solo integralmente, agli istituti di credito e agli altri intermediari finanziari

Nonostante non si conoscano ancora i dettagli tecnici sull’ottenimento del bonus… comunque sembrerebbe

non sia necessaria la presentazione di alcuna richiesta da parte del cittadino

ma che sia l’INPS ad occuparsene direttamente.

Secondo le fonti i tempi di erogazione differirebbero per tipologia di soggetti: i pensionati dovrebbero ricevere il contributo a luglio mentre per i dipendenti sarà onere del datore di lavoro preoccuparsi dell’accredito, con la possibilità per quest’ultimo di recuperare l’importo al primo pagamento di imposta possibile.

Per quanto concerne invece gli autonomi il meccanismo è più articolato, prevedendo la creazione di un apposito fondo in base a modalità che verranno comunicate prossimamente.

Le altre misure del decreto Aiuti

Oltre al bonus €200 verrà dato fondo ad altri due progetti di assistenza ai consumatori:

  • bonus sociale destinato a coloro che si trovano in maggiore difficoltà con il pagamento delle bollette di luce e gas. Agevolazione prorogata per altri tre mesi (luglio, agosto, settembre) per le famiglie con ISEE inferiore a €12.000 e nuclei con almeno 4 figli a carico con Isee non superiore ai €20.000;
  • taglio delle accise sui carburanti.
Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn

Orari Studio

Lunedì – Venerdì 9,00 /19:30

Per Appuntamenti

Ultimi Post

Condividi

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn

Autore dell'articolo