07/09 2021

ASSEGNO TEMPORANEO PER MINORI

Articolo scritto da ed è stato letto 9084 Volte

Dal 1° luglio scatta l’assegno temporaneo per figli minori. Confermata la maggiorazione per nuclei con figli affetti da disabilità. Attenzione all’importo del vostro ISEE!

A partire dal 1° luglio fino al 31 dicembre 2021, le famiglie potranno usufruire delle agevolazioni dell’assegno temporaneo

ma SOLO per chi ha figli minori a carico!

Tale misura riconosce infatti un determinato importo, variabile in base al numero di figli minorenni e all’ISEE, per sostenere la genitorialità in attesa che arrivi l’assegno unico.

Requisiti:

  • essere cittadino italiano;
  • essere soggetto al pagamento delle imposte sul reddito italiane;
  • avere la residenza o domicilio in Italia da almeno due anni (anche non continuativi), con figli minorenni a carico;
  • avere un contratto di lavoro a tempo indeterminato o determinato con durata minima di 6 mesi.

Quali beneficiari?

Possono richiedere l’assegno famiglie con minori (inclusi bambini adottati e in affido), che non hanno diritto all’Assegno per il Nucleo Familiare:

  • lavoratori autonomi;
  • disoccupati;
  • coltivatori diretti, coloni e mezzadri;
  • titolari di pensione da lavoro autonomo;

Importi erogabili

In base alla fascia reddituale dettata dall’ISEE, si potrà beneficiare di uno specifico contributo.

Per quanto riguarda la

1a FASCIA CON ISEE FINO A € 7.000

l’importo massimo erogabile per ciascun figlio si aggira intorno a € 167.50, che sale a €217.80 per famiglie con almeno 3 figli).
Tale ammontare subirà una maggiorazione di € 50 per ciascun figlio con disabilità.

All’aumentare dell’ISEE, fino a € 50.000 si può fruire dell’assegno in misura gradualmente più ridotta con una maggiorazione di minimo € 30 (€ 40 per i nuclei con almeno 3 figli a carico), per bambini con disabilità.

Nell’importo erogato, oltre al valore dell’ISEE sarà conteggiato anche il numero di figli minori presenti all’interno del nucleo familiare.

L’assegno verrà erogato mensilmente e accreditato sull’IBAN indicato dal genitore richiedente.

⚠️Se percettori di Reddito di Cittadinanza i richiedenti si vedranno sottratto all’importo concesso la quota di Reddito dei figli minori.

Compilazione della domanda

Le domande potranno essere presentate a partire dal 1° luglio fino alla scadenza prevista per il 31 dicembre 2021.

Nel caso si tratti di genitori legalmente separati, l’assegno può essere eventualmente diviso al 50% tra i genitori indicando l’opzione scelta all’interno della domanda.

Le domande potranno essere inoltrate secondo due modalità distinte:

portale INPS accedendo ai servizi online con le proprie credenziali;

– enti di patronato.

Per chi percepisce già il RdC non è tenuto a presentare la domanda in quanto la quota sarà automaticamente corrisposta nella relativa carta.

Infine ricordiamo che per le domande presentate entro il 30 settembre, l’assegno verrà riconosciuto a partire dal mese di luglio. Per gli invii successivi la prestazione è riconosciuta dal primo giorno di presentazione della domanda.

Per maggiori informazioni o per procedere con l’invio della domanda visitate il sito ufficiale dell’INPS⤵️

https://www.inps.it/prestazioni-servizi/assegno-temporaneo-figli-minori