28/12 2021

AMPLIATA LA MISURA RESTO AL SUD

Articolo scritto da ed è stato letto 9880 Volte

Un’interessante modifica alla misura destinata a chi vuole avviare una nuova attività.

Sono giunte delle importanti novità riguardo la misura promossa da Invitalia “Resto al Sud”. In particolare è stata ampliata la platea delle attività ammissibili.

Di seguito tutto quello che dovreste sapere sull’incentivo.

Come accedere?

I nuovi limiti e requisiti di accesso agli aiuti sono i seguenti:

  • età ➡️ max 55 anni compiuti con la regola di non essere già titolare di altre attività d’impresa in esercizio alla data del 21.06.2017;
  • geografico ➡️ aree del Mezzogiorno, del cratere sismico (Lazio, Marche e Umbria) con l’inclusione delle isole minori marine, lagunari e lacustri del Centro-Nord;
  • settore economico➡️ sono incluse le attività del commercio mentre restano escluse dagli aiuti le sole attività agricole.
Finanziamenti à gogo

Ricordiamo che la misura è volta a fornire una copertura pari al 100% delle spese ammissibili (50% sotto forma di contributo a fondo perduto e 50% con finanziamento agevolato) per i seguenti interventi e spese:

  • ristrutturazione o manutenzione straordinaria di beni immobili;
  • acquisto di macchinari, impianti e attrezzature nuovi;
  • acquisto di programmi informatici e servizi per le tecnologie, l’informazione e la telecomunicazione;
  • spese di gestione (materie prime, materiali di consumo, utenze, canoni di locazione, canoni di leasing, garanzie assicurative).

È possibile richiedere un finanziamento massimo del valore di € 50.000 per ciascun richiedente, importo che può salire fino a € 200.000 nel caso di società costituite da 4 soci o più.

Attenzione a chi ha un’impresa in forma individuale!

Per questa categoria con un solo soggetto proponente, il finanziamento massimo è pari a € 60.000.

Inoltre è prevista l’erogazione di un ulteriore contributo a fondo perduto di € 15.000 per le ditte individuali e le attività professionali svolte in forma individuale e un importo massimo di € 40.000 per le società con 4 soci o più.

Clausole post scriptum

Questo contributo viene erogato al completamento del programma di spesa contestualmente al saldo del contributo a fondo perduto concesso, mentre il finanziamento agevolato è erogato immediatamente dopo l’ammissione all’agevolazione.

Quando presentare domanda e quale scadenza rispettare?

La domanda va presentata attraverso il portale dedicato di Invitalia in modalità telematica.

Non è prevista alcuna scadenza per l’invio.

La procedura di valutazione del progetto prevede anche un’intervista con il soggetto proponente, per verificare le competenze possedute e la solidità della proposta in relazione ai suoi attuatori.

Ulteriori informazioni sono consultabili sul sito di Invitalia