Consulenza contrattuale: quando può essere utile consultare un commercialista

Indice dei contenuti

Scopri tutto sulla consulenza contrattuale, come può esserti utile nella stipula di ogni tipo di contratto e in quali fasi della stesura del contratto può essere più importante avvalersi di un commercialista.

Consulenza contrattuale: a cosa serve e quando chiamare il commercialista
Cos’è una consulenza contrattuale e quando rivolgersi al commercialista

Sei un’azienda e hai bisogno di una consulenza contrattuale di un commercialista?

Vuoi scoprire in cosa può esserti utile un consulente del commercio nella stipula di un contratto?

In questo articolo troverai tutte le informazioni di cui hai bisogno sulla consulenza contrattuale da parte di commercialisti.

Cos’è un contratto?

Per parlare di consulenza contrattuale bisogna fornire una definizione del contratto.

La nozione di contratto è riportata all’art. 1321 del Codice Civile come segue:

“Il contratto è l’accordo di due o più parti per costituire, regolare o estinguere tra loro un rapporto giuridico patrimoniale.”

Ma cosa significa? Proviamo a dare una spiegazione più semplice.

Se vuoi affittare una casa, comprare un immobile oppure assumere un dipendente nella tua azienda avrai bisogno di stipulare un contratto.

Il contratto è un documento scritto che descrive e regolamenta un accordo tra due o più persone (o aziende).

Tale documento regola sempre e solo affari di natura patrimoniale, cioè quantificabili economicamente: l’oggetto del contratto può essere una prestazione lavorativa, un immobile, un’auto.

Al contrario, non potrà mai regolare altri tipi di prestazione come, ad esempio, il rapporto matrimoniale o la relazione tra genitori e figli.

Infine, il contratto ha la funzione di creare nuovi rapporti giuridici, intervenire su quelli già esistenti regolandone il contenuto o cessare tali rapporti.

Perché chiedere una consulenza contrattuale?

Come abbiamo visto, un contratto può impegnare te o la tua azienda in un accordo tra parti.

Se la relazione contrattuale non è definita in modo dettagliato e controllata scrupolosamente, potresti trovarti in alcune situazioni spiacevoli.

Vorrei ti soffermassi su questi due aspetti.

La relazione creata con un contratto ha degli effetti giuridici e, di solito, ha valenza per un periodo di tempo molto lungo. Se questo rapporto risultasse negativo potrebbe condizionare la tua attività o la tua stessa vita.

Il contratto non è altro che un testo scritto. In quanto tale è soggetto a interpretazione tra le varie parti. Per questo motivo, quando dovrai redigerlo, è molto importante riportare in modo fedele e dettagliato le tue intenzioni nei confronti delle parti.

Immagina di scrivere un contratto con un linguaggio improprio: questo può assumere un significato differente per la legge.

Per questo motivo, esistono precise regole di scrittura di un contratto per non incorrere in spiacevoli incidenti o, addirittura, gravi implicazioni giuridiche: la corretta stesura del testo, la precisione nel linguaggio e nella definizione delle condizioni tra parti è fondamentale.

Dopo queste considerazioni, avrai di certo capito quanto sia difficile la stesura di un contratto o la valutazione di un accordo da firmare.

Per queste stesse motivazioni molti professionisti, aziende e privati chiedono una consulenza contrattuale commercialista.

A cosa serve la consulenza contrattuale?

La consulenza contrattuale è al fianco dei professionisti e dei privati che devono stipulare un contratto tra parti o devono firmarne uno.

Un commercialista può assisterti per tutte le forme contrattuali nelle seguenti aree di competenza:

  • Condizioni generali
  • Definizione delle clausole d’uso
  • Requisiti del contratto
  • Efficacia
  • Recesso
  • Esecuzione del contratto
  • Interpretazione del contratto
  • Nullità o annullabilità
  • Rescissione
  • Risoluzione del contratto

La consulenza può avvenire in varie fasi:

  • Fase di scrittura del contratto
  • Fase di negoziazione del contratto
  • Fase di esecuzione del contratto

La fase di scrittura del contratto

Nella fase di scrittura del contratto il consulente commercialista si occuperà ascoltare le tue esigenze, intenzioni e motivazioni per stipulare il contratto.

In genere, ti chiederà anche se hai dei timori o delle preoccupazioni per la stipula del contratto.

Dopo aver elaborato tutte queste informazioni, il consulente redigerà una bozza del contratto e te lo sottoporrà spiegando rischi e potenzialità di ciascuna clausola inserita.

La fase di negoziazione del contratto

Molto spesso il contratto che viene stipulato deve essere negoziato tra le parti.

Durante la fase di negoziazione di un contratto il consulente dovrà gestire le controversie tra le parti per la definizione delle clausole, eventuali aggiustamenti di forma e dettagli da definire o aggiungere.

La fase di esecuzione del contratto

Una volta che il contratto è stato firmato dalle varie parti deve essere depositato presso i vari enti competenti e assume piena validità.

Il consulente contrattuale assiste il cliente nell’intera procedura occupandosi di tutte le incombenze burocratiche e fiscali.

Infine, durante il periodo di validità del contratto il consulente può essere utile nel caso di contenziosi tra parti e, in extremis, nel momento in cui si voglia porre fine al contratto con la gestione della liquidazione dello stesso.

Se sei un’azienda ed hai bisogno di consulenza contrattuale commercialista, affidati al meglio! Consulenti esperti in campo contrattuale ti assisteranno nella stesura e revisione di contratti di locazione, contratti d’appalto, contratti di lavoro e molti altri.

Per ricevere la CONSULENZA GRATUITA di un consulente del lavoro del nostro team chiama lo 0733 493358.

Fisseremo subito un colloquio telefonico o in video chiamata entro 24 ore per comprendere insieme a te se ci sono le condizioni operare insieme.