12/07 2019

Condividi


Categoria

Tags

- - - - -

IL COMMERCIALISTA IN EVOLUZIONE: FATTURAZIONE ELETTRONICA E DIGITALIZZAZIONE

Articolo scritto da ed è stato letto 1262 Volte

La fatturazione elettronica, la digitalizzazione, e tutte le nuove tecnologie in generale hanno dato la spinta allo sviluppo di molte professioni, come ad esempio quella dei commercialisti.

Ma in che maniera tutte queste innovazioni hanno influenzato questa evoluzione?

Come sappiamo, dall’ 01/01/2019 è entrato in vigore l’obbligo della fatturazione elettronica, se da un lato ha portato disapprovazioni, dall’altro ha indubbiamente contribuito a dare una spinta verso la digitalizzazione dei professionisti.

I dati raccolti dall’Osservatorio Professionisti e Innovazione del Politecnico di Milano dimostrano che nel corso del 2018 la spesa per tecnologie ICT (tecnologie dell’informazione e della comunicazione) di avvocati e commercialisti ammonta a quasi un miliardo e trecento milioni di euro, ovvero un incremento del 7,9% rispetto all’anno precedente. La spesa digitale dei commercialisti media annua è di circa 9400 euro, anche in questo caso in aumento del 6,8% rispetto all’anno precedente.

Sono dati positivi, perché la digitalizzazione conduce all’automazione dei processi, che porta ad uno snellimento delle pratiche e trasforma la figura del commercialista, da un semplice fornitore di adempimenti ad un vero e proprio consulente strategico

La digitalizzazione sblocca risorse, come il tempo, che prima era assorbito dalla semplice pratica degli adempimenti, dunque il passaggio al digitale, con l’automazione dei processi, rappresenta un investimento per la crescita.

Il passaggio da fornitore di adempimenti a consulente incrementa la competitività del commercialista, rendendolo più produttivo, più veloce nel comunicare con il cliente e nel mettere a disposizione un servizio a più elevato valore aggiunto.