16/04 2020

BANDO CONFIDI PER PRESTITI AGEVOLATI

Articolo scritto da ed è stato letto 3190 Volte

Dal 15 aprile è possibile accedere al bando Confidi della Regione Marche per la concessione delle risorse del “Fondo emergenza Covid-19” da destinare all’erogazione di prestiti agevolati o contributi a favore di imprese e di lavoratori autonomi.

Agevolazioni:
Le disposizione sono rivolte ai confidi per il trasferimenti delle risorse del “Fondo emergenza Covid-19” per sostenere il sistema produttivo danneggiato dall’emergenza epidemiologica.

Più precisamente le risorse del fondo sono destinate per erogare:

  • prestiti a tasso agevolato
  • contributi per l’abbattimento del costo degli interessi e della garanzia per l’accesso ai prestiti presso il sistema creditizio

Requisiti per la gestione del fondo e diventare Confidi:
a) Essere iscritti all’Albo ex art. 106 del TUB
b) avere una sede operativa nel territorio della Regione Marche
c) operare per le imprese del territorio.
d) Essere nel pieno e libero esercizio dei propri diritti, non essere in stato di scioglimento o liquidazione, non essere sottoposti a procedure concorsuali per insolvenza o con finalità liquidatoria e di cessazione dell’attività;
e) Essere in regola rispetto alle disposizioni in materia di contributi previdenziali ed assistenziali a favore dei lavoratori (regolarità del DURC);
f) Essere in regola con la normativa antimafia;
g) Essere in regola rispetto alla normativa in materia di sicurezza dei lavoratori nel luogo di lavoro.

La domanda può essere presentata in forma individuale o come raggruppamento. Tuttavia non è possibile presentare domanda in forma individuale qualora abbiano partecipato alla procedura in raggruppamento.

Scadenza:
La domanda di gestione del fondo dovrà essere inviata esclusivamente mediante PEC all’indirizzo regione.marche.intercom@emarche.it entro e non oltre 7 giorni dalla pubblicazione delle presenti disposizioni attuative sul Bollettino Regionale, o il primo giorno feriale successivo nel caso in cui la scadenza ricada nelle giornate di sabato o di domenica.

Dotazione del Fondo:

Il Fondo, avente una dotazione iniziale di € 3.999.562,86, verrà ripartito e trasferito ai confidi che hanno presentato la domanda entro i termini previsti. Le risorse previste possono essere integrate da risorse europee, statali e da altre risorse messe a disposizione da soggetti pubblici e privati.

La domanda si ritiene ammissibile qualora il responsabile del procedimento, entro 10 giorni dal ricevimento della stessa, non comunichi al confidi i motivi ostativi all’accoglimento dell’istanza.

Criteri da rispettare:
I confidi nell’utilizzo della quota del Fondo devono rispettare il seguente criterio di destinazione:
a) il 70% deve essere alla concessione di prestiti agevolati che per le imprese è pari a € 40.000,00 – estendibile a € 50.000,00 per coloro che realizzano nuovi acquisti materiali e immateriali per il rilancio e la diversificazione delle attività – mentre per i lavoratori autonomi l’importo è pari a € 5.000,00.
b) 30% alla concessione di contributi comprensivo del tasso di interesse e degli altri costi fino al limite massimo di € 10.000,00 per finanziamenti fino a un massimo di € 150.000,00; la durata del finanziamento può arrivare a un massimo di 72 mesi oltre 24 mesi.

Beneficiari finali del Fondo:
Imprese appartenenti ai settori dell’agricoltura, della pesca, del commercio, del turismo, dei servizi, dell’industria e dell’artigianato e lavoratori autonomi.

Per questi soggetti la modulistica da compilare verrà fornita direttamente dai Confidi stessi e sarà disponibile sui rispettivi siti.
La domanda è considerata valida solo una volta che verrà consegnata tutta la documentazione richiesta dai Confidi, i quali decideranno se procedere nell’istruttoria e concedere il prestito, o il contributo, sia ai lavoratori autonomi che alle imprese. 

Per quanto riguarda il contributo è necessario avere ottenuto un prestito da un istituto creditizio. L’erogazione dello stesso verrà processato in ordine cronologico alla presentazione delle domande.
Ciascun Confidi potrà operare nei limiti delle risorse assegnate a seguito del riparto.
I Confidi attualmente designati e incaricati per la procedura sono i seguenti:

  • UNICO che è possibile contattare alla seguente e-mail:
    uni-co.legge13@legalmail.it;
  • Confidicoop con il seguente indirizzo: confidicoopmarche@legalmail.it;
  • Confidi.net disponibile all’indirizzo e-mail: ufficiofidi@pec.confidi.net

Altre informazioni sono disponibili sul sito della Regione Marche al seguente link: http://www.regione.marche.it/Regione-Utile/Attivit%C3%A0-Produttive/Misure-urgenti-COVID-19